martedì 24 febbraio 2015

L'Inglese che incontro' gli Dei

Oggi vi voglio proporre un webcomic davvero unico, che, a mio parere, meriterebbe molta piu' attenzione.
L'Inglese che incontro' gli Dei, parla di amicizia, buoni sentimenti, di Genova (citta' in cui e' ambientato) e rappresenta un ideale punto di partenza per qualcosa di grande, nobile ed articolato.
Vi spiego: questo fumetto tutto Italiano, che si ambienta in Italia (una vera rarita' nel suo genere), costituisce solamente un minuscolo tassello di un progetto ambizioso e monumentale, che Chiaretta, l'autrice, sta costruendo da molti anni, ed e' stato raggruppato sotto il nome di Progetto Olimpus.
All'interno del Progetto sono presenti diverse opere, tra cui Apocalypse Rebels (al momento serializzato all'interno della pagina dedicata) e Red Rose's Revolution.
Potete trovare ulteriori informazioni riguardo l'intero progetto, seguendo La Gazzetta del Criceto su Facebook.



Il fumetto si svolge a Genova, nel 1976. Tra tumulti, attentati ed incertezza per il futuro, tre ragazzi accomunati da qualcosa di molto speciale, si ritrovano attorno ad un tavolo del bar Olimpus, per chiacchierare e giocare a carte.
Gaia, materna, vivace e un po' egocentrica, e' l'unica ragazza del gruppo, composto da Elio, sarcastico, brillante e tormentato, e Morfeo, un ragazzo dal destino sfortunato che ha segnato per sempre la sua vita, senza tuttavia intaccarne gentilezza e dolcezza di carattere.
Un giorno i tre "besughi" incontreranno George, un giovane inglese che porta con se' misteri, magie, e una grande missione da onorare, anche a costo della vita.
Tra splendidi paesaggi minuziosamente riprodotti, momenti comici e drammatici, misteri e sentimenti puliti, la storia si dipana fluida ed appassionante, conducendoci verso un finale ad alto impatto emotivo.
Non dico troppo perche' rischierei di distruggere la delicata costruzione di questa storia, e vi invito dunque a scoprire il resto leggendo il fumetto, il quale e' tutto disponibile online all'interno della pagina del Progetto Olimpus, e in cartaceo.

(George e la ragazza con gli occhiali)

Chiaretta possiede uno stile delicato e pieno d'amore per tutto cio' che fa, se leggerete questo fumetto provando il desiderio di curiosare nelle sue pagine, sono certa che sarete d'accordo con me. Guardando cio' che Chiaretta disegna e scrive, si respira la vera ed autentica passione per la narrazione ed il fumetto. Ogni tratto, ogni parola e' piena d'amore, e trovo che questa sua peculiarita', in un mondo dove l'approssimazione, le cose raffazzonate e la mancanza di tecnica sono sin troppo spesso protagoniste, rappresenti qualcosa di prezioso, da conoscere, condividere, amare e rispettare.


(In senso orario partendo da sinistra George, Gaia, Morfeo ed Elio)

Concedetevi un po' di tempo immergendovi nei mondi che Chiaretta sa creare, vi assicuro che sara' ben speso. E poi George e' adorabile! <3

giovedì 12 febbraio 2015

Rubyetc

Tumblr può essere sia un luogo dentro il quale buttare il proprio tempo come dentro ad un immane pozzo senza fondo, oppure un' occasione per scoprire cose interessanti.
Grazie a Tumblr, del quale sono avida frequentatrice e "rebloggatrice", sono venuta a conoscenza di molti artisti, fumetti, musica, e l'archivio immagini che tengo come ispirazione per i miei libri/storie, ne ha beneficiato grandemente.
Uno dei primi blog messi tra i preferiti e mai abbandonato, e' stato quello di Rubyetc.
Questa giovane ragazza Inglese disegna in modo spontaneo, colorato ed essenziale, raccontando con spietato sarcasmo e lucidità, il disagio mentale.


Ruby possiede uno stile che trovo piuttosto affine al mio. Entrambe lavoriamo impiegando linee pulite e semplici, quasi infantili, con le quali cerchiamo di comunicare qualcosa.
I diari visivi che produce, sono un concentrato di colori, impressioni momentanee, sensazioni, che vengono fissate su carta tramite strumenti semplici come l'acquerello, pennarelli e penne colorate, o l'uso di collage estemporanei realizzati con quanto trova sul momento.
Fludita' di linea, spontaneità e un linguaggio sempre in bilico tra immagini carine e feroce umorismo, la rendono un' artista unica, forse difficile da comprendere  sino in fondo, per "i sani" ovvero coloro che non hanno mai avuto a che fare con il disagio mentale.


Non tutti i disegni di Ruby parlano di malattia, sarebbe limitante etichettarla solamente come una creativa che parla esclusivamente di questo, ma indubbiamente il disegno costituisce per lei un mezzo di espressione e catarsi, nei confronti delle patologie di cui e' afflitta.


Ruby e' presente anche su Society6, dove propone i propri disegni in stampe di qualita', tazze, magliette e molto altro ancora.

  





sabato 7 febbraio 2015

WingedLion

Non ricordo come li abbia scoperti, ma so che e' stato "amore a prima vista".
WingedLion realizza gioielli fatti a mano dal design incantevole ed unico, che vi sorprenderanno.
Creazioni magiche ispirate alla e dalla natura, angeli, creature mitologiche, materiali preziosi scelti con cura e lavorati usando maestria e sincera passione, sono tutto cio' che troverete, andando a visitare il loro negozio Etsy, o la pagina Facebook dedicata.
Tra tutte le creazioni presenti in catalogo, credo che le mie preferite siano da sempre queste:

L'anello in argento e ametista, che riproduce il fiore di cardo, disponibile anche in varianti con pietra differente, e metalli di maggior pregio.


Anello a fiore di loto bianco, in argento e perla di acqua dolce, anch'esso disponibile in varianti di colore e pregio.


Angelo custode in argento e corniola, sempre disponibile in varianti di pietra e metallo.

Inoltre, se desiderate un modello e vorreste vedere montata sul vostro gioiello una pietra in particolare non ancora presente in catalogo, basta un'email, ed e' possibile vedere esauditi i propri desideri.
WingedLion e' gestita da una coppia di coniugi appassionati e creativi, sempre in cerca di nuove, originali idee, da trasformare in ornamenti preziosi sia dal punto di vista materiale che artistico.
Da pseudo-creativa/artigiana quale io sono, mi sento in dovere di sostenere questo genere di idee e produzioni, capaci di aggiungere bellezza al mondo.
Qualcuno potrebbe obiettare che, dopotutto, si tratta solo di gioielli, cose superflue ed inutili, ma io credo che l'artigianato, specie quando viene portato avanti a questi livelli e con questo amore, si trasformi in qualcosa di speciale, in grado di mutare un oggetto frivolo, in una piccola opera d'arte.


domenica 1 febbraio 2015

Riding Bean

Mi piace ascoltare musica, ma non ho un genere fisso e definito, vado a periodi.
Ultimamente ho scoperto (per caso, e grazie alla mia anima curiosa) la New Retro Wave, che e' diventata colonna sonora fissa delle mie giornate.
La retro wave e' un genere musicale, che si basa sul recupero di sonorita' ed estetica anni '80/'90, unite alla tecnologia attuale.
Non ho trovato definizioni chiare e nette del fenomeno, quindi perdonate la vaghezza.
In ogni caso, grazie ad alcuni fan video presenti in playlist e canali dedicati al genere, ho potuto scoprire piccoli gioielli di animazione fine anni '80 ed anni '90, che vorrei proporre sulle pagine del mio blog.
Il primo si chiama "Riding Bean", e sono venuta a conoscenza della sua esistenza, grazie al brano "Overdrive" dei Lazerhawk.


Incuriosita dalle immagini presenti nel video, ho cercato informazioni in rete, approdando infine a questo anime del 1989.
Nei 45 minuti e rotti, possiamo seguire Bean Bandit e la sua collega Rally Vincent, una splendida ragazza abilissima nell'uso delle armi da fuoco, nel corso di una "normale" giornata lavorativa.
Bean e Rally sono titolari di un'agenzia di consegne rapide, per merce ad alto rischio.
Incaricati di riportare a casa la figlia undicenne di un facoltoso imprenditore, sfuggita ad un rapimento, si ritroveranno accusati essi stessi di aver sottratto la piccola, a causa degli intrighi messi in atto, da una coppia di ex clienti.
Qua trovate la wikia completa.
I temi trattati e la presenza di scene violente, sparatorie, nudita' e allusioni sessuali, lo rendono un prodotto riservato ad un pubblico adulto.
L'ho trovato godibilissimo, divertente, e Bean Bandit, il protagonista muscoloso, fortissimo e dal mento monumentale, e' quanto di piu' carino possa esistere al mondo, nonostante i modi rudi e quell'aspetto per nulla rassicurante.
Sono certa che se vi verra' voglia di spendere 45 minuti e rotti a visionare questo anime, sarete d'accordo con me, e finirete pure voi con l' adorarlo!
Colori brillanti, azione, corse spericolate in auto potenti, disegni che presentano un perfetto mix di realismo e crudezza, sono stati un bellissimo modo di trascorrere il tempo, in compagnia di un prodotto che unisce qualita', svago, bei personaggi, e una storia priva di grosse cadute di ritmo.
Rendo disponibile  l'anime intero a chi fosse curioso, mettendomi in attesa dei vostri pareri.